Ritocchino prima del matrimonio

RITOCCHINO PRE MATRIMONIO DR GRAZIANI

La stagione delle nozze è ufficialmente aperta. Seguendo la moda statunitense, dopo il wedding planner anche nel nostro Paese sta conquistando grande successo il fenomeno del Wedding Surgery, cioè il ritocchino prima del “sì”. Le spose, ma anche gli sposi, che da mesi sono impegnati nei preparativi del grande giorno, si concedono prima del matrimonio una seduta dal chirurgo oculoplastico per qualche punturina, arrivando così all’altare freschi, e soprattutto più riposati. Così, nella tradizionale “lista nozze” si è aggiunto un elemento inaspettato: il ritocchino pre-matrimoniale. L’Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica (Aicpe) stima che il 10-12% delle spose si rivolge a un chirurgo plastico per sottoporsi a trattamenti di medicina o chirurgia estetica in vista del gran giorno.

Parola d’ordine: naturalezza

Risultato naturale e riposato, ecco cosa ricercano i futuri sposi. Il viso sarà in primo piano per tutto il giorno e deve rappresentare le nostre emozioni e il nostro buonumore. I mesi che precedono il gran giorno sono ricchi di stress, che spesso si riflette sul nostro viso, provocando un senso di stanchezza. Per questo, spose di tutte le età si rivolgono ad uno specialista per arrivare al gran giorno con uno sguardo fresco e naturale, senza stravolgimenti dello sguardo. Perfino lo sposo, ormai diventato il co-protagonista della giornata, desidera focalizzarsi sul suo sguardo. Anche per Lui, è possibile intervenire qualche mese prima del matrimonio con trattamenti estetici, per attenuare le rughe d’espressione, e idratare a fondo la pelle.

Quando è il momento giusto per il trattamento?

E’ consigliato il trattamento 6-8 mesi prima del “sì”: avendo una durata limitata (6 mesi), le future spose fanno una prova, per poi ripetere il trattamento un paio di mesi prima della grande data per rendere la pelle del viso più levigata e luminosa, donando così un piacevole senso di freschezza. E dopo il matrimonio spesso tornano per un mantenimento: uno o due trattamenti all’anno per mantenere i benefici ottenuti.

Trattamenti più richiesti

  • Botulino: ideale per le rughe che, anche involontariamente, nascono dalle nostre stesse espressioni “corrucciate”. Ideale anche per distendere le rughe del nostro viso e attenuare le cosiddette “zampe di gallina”
  • Botulino Bio: per ridare tonicita’ al viso
  • Filler: ridurre borse e occhiaie grazie alle tecniche mini-invasive e all’avanguardia, non è mai stato così naturale. Ottimi per riempire linee o rughe statiche del volto: rughe nasolabiali e del contorno labbra (‘codice a barre’) e per ridare volume alle zone del viso che hanno perso pienezza e turgore come zigomi, labbra.

Insomma, il nostro sguardo rimarrà fresco e riposato, e sfogliando l’album fotografico, non potrà che esserci un bellissimo ricordo di quel giorno.