Foto

Oculoplastica, una scelta per donare armonia allo sguardo e naturalezza al viso.
Mi piace realizzare interventi chirurgici e trattamenti estetici “su misura” in modo da rispettare l’individualità dello sguardo e del viso di ciascuno dei miei pazienti.
Credo fortemente nel concetto di bellezza e non standardizzata.

chirurgia-pediatrica
chirurgia-pediatrica

12 Gennaio 2023

Nell’occuparmi di un paziente pediatrico, non trascuro mai né la preparazione tecnica di tutto il team né la componente emozionale, e l’impatto che un intervento chirurgico posso avere su di lui e sulla sua famiglia.

Per questo motivo, è importante per me creare un ambiente sereno, in cui tutte le persone coinvolte si sentano a proprio agio.

Il bambino vive l’esperienza dell’intervento con serenità, seguito in ogni passaggio da una equipe di grande esperienza con utenza pediatrica e professionalità.

epiblefaron
epiblefaron

12 Gennaio 2023

L’epiblefaron consiste in una plica cutanea orizzontale di tessuto palpebrale inferiore, che fa ruotare le ciglia verso l’interno entrando in contatto con la cornea.

L’epiblefaron congenito è più frequente nelle popolazioni asiatiche e nella maggior parte dei casi si risolve spontaneamente.

Quando questo non avviene è necessario ricorrere ad un intervento chirurgico.

Prima-dopo-correzione-epiblefaron-pediatrico
Prima-dopo-correzione-epiblefaron-pediatrico

12 Gennaio 2023

Malai presentava un epiblefaron congenito che le causava una sensazione di corpo estraneo, irritazione ed epifora – eccessiva lacrimazione.

Nella mia esperienza l’epiblefaron migliora considerevolmente nei primi anni di vita.

Per Malai non è stato così e quindi è stato necessario ricostruire la piega palpebrale inferiore per correggere il difetto e restituirle serenità.

I risultati potrebbero variare da paziente a paziente
Malai è una vera paziente del Dott. Graziani
Le foto vengono utilizzate con il consenso della paziente e appartengono al Dott. Graziani. Si prega di non riprodurle.

filler-acido-ialuronico
filler-acido-ialuronico

12 Gennaio 2023

L’acido ialuronico è essenziale per il mantenimento dell’idratazione, della turgidità ed elasticità della pelle, grazie alla sua capacità di assorbire e trattenere grandi quantità d’acqua negli spazi extracellulari.

Prima-dopo-filler-acido-ialuronico-viso-medio-labbra-visione-d'insieme

12 Gennaio 2023

Filomena presentava uno sguardo stanco, accentuato anche dalla perdita di tonicità della pelle del viso e delle labbra.

Grazie a un approccio fullface personalizzato, utilizzando fillers a base di acido ialuronico di ultima generazione, è stato possibile ridonare a Filomena un aspetto riposato senza stravolgere la naturale armonia del suo viso.

I risultati potrebbero variare da paziente a paziente
Filomena è una vera paziente del Dott. Graziani
Le foto vengono utilizzate con il consenso della paziente e appartengono al Dott. Graziani. Si prega di non riprodurle.

Anestesia

Opzionale

Durata intervento

  • Breve
  • Media
  • Lunga

16.6

Tempo Recupero

  • Breve
  • Media
  • Lunga

16.6

Filler-acido-ialuronico-viso-medio-labbra
Filler-acido-ialuronico-viso-medio-labbra

12 Gennaio 2023

Quando guardiamo un viso, ci soffermiamo spesso, anche involontariamente, su alcuni dettagli: la forma degli occhi e le labbra.

Questo è stato dimostrato anche da studi scientifici eseguiti con telecamere eyetracking in cui è stata dimostrata chiara evidenza dell’attenzione che un osservatore porge nel guardare un viso.

Per questo motivo, nell’analisi di armonizzazione di un volto non tralascio mai due dettagli, gli occhi e le labbra.

Prima-dopo-blefaroplastica-inferiore-con-riposizionamento-del-grasso
Prima-dopo-blefaroplastica-inferiore-con-riposizionamento-del-grasso

13 Dicembre 2022

Le nuove tecniche di blefaroplastica inferiore consentono di non lasciare alcuna cicatrice visibile.

Come nel caso di Samuele il riposizionamento del grasso della palpebra inferiore verso il viso medio, permette di ottenere un risultato efficace e naturale di rimozione delle borse.

I risultati potrebbero variare da paziente a paziente
Samuele è un vero paziente del Dott. Graziani
Le foto vengono utilizzate con il consenso della paziente e appartengono al Dott. Graziani. Si prega di non riprodurle.

Anestesia

Si

Durata intervento

  • Breve
  • Media
  • Lunga

33.3

Tempo Ricovero

  • Breve
  • Media
  • Lunga

33.3

Tempo Recupero

  • Breve
  • Media
  • Lunga

33.3

Blefaroplastica-inferiore-con-riposizionamento-del-grasso
Blefaroplastica-inferiore-con-riposizionamento-del-grasso

13 Dicembre 2022

Il grasso delle borse palpebrali può non essere rimosso in maniera completa, ma riposizionato verso il basso, verso il viso medio. In modo da correggere il difetto del solco lacrimale e, allo stesso tempo, creare un contorno armonico tra palpebra inferiore e guancia.

Riposizionamento-grasso-palpebra-blefaroplastica-inferiore
Riposizionamento-grasso-palpebra-blefaroplastica-inferiore

13 Dicembre 2022

Il riposizionamento del grasso della palpebra inferiore è di sicuro la tecnica che preferisco per ottenere un passaggio armonico tra la palpebra inferiore e il viso medio.

Dal punto di vista estetico questa tecnica mi consente di ottenere risultati naturali ed efficaci sia nell’uomo che nella donna.

riduzione-acido-ialuronico-nel-tempo
riduzione-acido-ialuronico-nel-tempo

6 Dicembre 2022

Oggi si tende alla ricerca di una bellezza che consenta di mantenere un aspetto sempre naturale.

Per questo i filler più richiesti e più utilizzati sono quelli a base di acido ialuronico, una sostanza che si trova già naturalmente nel nostro organismo e che può apportare significativi miglioramenti su determinati inestetismi.

Con il passare degli anni, le nostre “scorte” di acido ialuronico diminuiscono ed i filler si configurano come un’ottima soluzione per ripristinare i volumi persi in determinate zone in cui è necessario.

Prima-dopo-filler-orbita-inferioreper-cerchi-scuri-occhiaie
Prima-dopo-filler-orbita-inferioreper-cerchi-scuri-occhiaie

6 Dicembre 2022

Il ricorso alle tecniche di filler permette di attenuare l’antiestetico svuotamento e scurimento della regione perioculare. L’effetto finale è un complessivo ringiovanimento dello sguardo e del volto, senza alterare l’armonia del viso né stravolgere i lineamenti generali.

Aisha lamentava uno sguardo spento e depresso che la rendeva insoddisfatta del suo aspetto.

Grazie a un trattamento mirato, ovvero un filler a base di acido ialuronico iniettato nella zona sottostante alla palpebra inferiore, le occhiaie risultano significativamente attenuate, conferendo ad Aisha uno sguardo ringiovanito e in linea con la sua giovane età.

I risultati potrebbero variare da paziente a paziente
Aisha è una vera paziente del Dott. Graziani
Le foto vengono utilizzate con il consenso della paziente e appartengono al Dott. Graziani. Si prega di non riprodurle.

Anestesia

Opzionale

Durata intervento

  • Breve
  • Media
  • Lunga

33.3

Tempo Recupero

  • Breve
  • Media
  • Lunga

16.6

Filler-orbita-inferiore-per-cerchi-scuri-occhiaie
Filler-orbita-inferiore-per-cerchi-scuri-occhiaie

6 Dicembre 2022

I pazienti che vogliono eliminare o attenuare le occhiaie senza ricorrere alla chirurgia si rivolgono al chirurgo oculoplastico perché lamentano un viso segnato e invecchiato dalla presenza di occhiaie e perdita di volume a livello dell’arco orbitario inferiore.

La presenza delle occhiaie, difficilmente  mascherabile con il make up, è spesso fonte di imbarazzo.

Le nuove tecniche mini-invasive di filling eliminano le occhiaie ringiovanendo lo sguardo in modo naturale. I volumi persi vengono ripristinati nel rispetto dei tessuti per ottenere freschezza ed armonia nei risultati.

esempio-blefarocalasi
esempio-blefarocalasi

6 Dicembre 2022

Spesso la blefarocalasi, in Italia, viene associata alla dermatocalasi o palpebra cadente. In realtà, si tratta di patologie differenti, con differenti sintomatologie e aspetto.

La blefarocalasi è un’infiammazione episodica delle palpebre che, molto frequentemente tende a colpire soprattutto le palpebre superiori; molto più rari i casi in cui sono le palpebre inferiori ad essere coinvolte.

I soggetti affetti da blefarocalasi lamentano un gonfiore episodico delle palpebre. Nella maggior parte dei casi questa condizione non causa dolore anche se, talvolta, può comparire un eritema nella zona interessata.

Scopri di più...

blefarocalasi
blefarocalasi

6 Dicembre 2022

Le cause della blefarocalasi spesso derivano dall’analisi di casi noti. Possiamo, affermare che quasi sempre la blefarocalasi è una manifestazione di un edema angioneurotico.

Per questo si tende a pensare che cambiamenti ormonali e pubertà possano essere alla base della comparsa di questa patologia e si spiega così anche il perché di un’età media di attivazione che si aggira attorno agli 11 anni.

Il problema può colpire sia gli uomini che le donne, ma dai casi noti si è potuto riscontrare che finora queste ultime sono le più interessate.

Scopri di più...

Prima-dopo-correzione-chirurgica-blefarocalasi
Prima-dopo-correzione-chirurgica-blefarocalasi

6 Dicembre 2022

La cute delle palpebre affette da blefarocalasi è solitamente più sottile e rugosa del solito, con un aspetto simile a quello di una “cartina di sigaretta”. Spesso la blefarocalasi determina anche: 1. ptosi palpebrale; 2. arrotondamento dell’angolo esterno dell’occhio; 3. perdita di sostegno della palpebra inferiore;

Riccardo presentava un caso di blefarocalasi particolarmente importante, sul quale le terapie farmacologiche non hanno avuto alcun effetto migliorativo.

Solo grazie all’approccio chirurgico combinato di ptosi, lifting malare e cantoplastica, è stato possibile correggere le importanti anomalie dei tessuti palpebrali causati dalla blefarocalasi.

I risultati potrebbero variare da paziente a paziente
Riccardo è un vero paziente del Dott. Graziani
Le foto vengono utilizzate con il consenso della paziente e appartengono al Dott. Graziani. Si prega di non riprodurle.

Anestesia

Si

Durata intervento

  • Breve
  • Media
  • Lunga

33.3

Tempo Ricovero

  • Breve
  • Media
  • Lunga

33.3

Tempo Recupero

  • Breve
  • Media
  • Lunga

33.3

combinazione-di-interventi
combinazione-di-interventi

6 Dicembre 2022

Non è raro che un paziente arrivi nel mio studio con un’idea precisa dell’intervento che vuole fare, dopo essersi informato tramite varie fonti, anche autorevoli.

Tuttavia, come ripeto spesso, ogni caso è a sé, ed è per questo che è importante fidarsi ed affidarsi al professionista a cui si sceglie di rivolgersi. Anche se questo significa “sconvolgere” le proprie aspettative e prepararsi a un protocollo diverso da quello che si pensava.

Spesso, è infatti necessario intervenire con più interventi e trattamenti, come nel caso di questa settimana. Al contrario di quanto si possa pensare, un protocollo più complesso può dar vita a risultati più naturali e duraturi.

Prima-dopo-approccio-combinato-blefaroplastica-completa-ptosi-lifting-malare
Prima-dopo-approccio-combinato-blefaroplastica-completa-ptosi-lifting-malare

6 Dicembre 2022

Appare sempre più chiaro come un intervento di blefaroplastica da solo non sia sufficiente per poter donare un aspetto più fresco a tutto il viso.

Nel caso di Giovanna, possiamo osservare una perdita di tonicità dei tessuti delle palpebre superiori e inferiori che le conferisce uno sguardo stanco e spento.

Un approccio integrato di blefaroplastica tradizionale più la correzione della ptosi abbinato a un lifting malare, ha permesso di ridonare tonicità e volume alla zona sottostante alla palpebra inferiore e di riaprirle lo sguardo della paziente.

I risultati potrebbero variare da paziente a paziente
Giovanna è una vera paziente del Dott. Graziani
Le foto vengono utilizzate con il consenso della paziente e appartengono al Dott. Graziani. Si prega di non riprodurle.

Anestesia

Si

Durata intervento

  • Breve
  • Media
  • Lunga

33.3

Tempo Ricovero

  • Breve
  • Media
  • Lunga

33.3

Tempo Recupero

  • Breve
  • Media
  • Lunga

33.3

inestetismi-viso
inestetismi-viso

6 Dicembre 2022

I pazienti si rivolgono al chirurgo oculoplastico per correggere e ringiovanire i principali inestetismi della regione perioculare.

In figura possiamo però osservare tutte le zone su cui un professionista può intervenire, spesso con trattamenti o interventi in combinazione che garantiscono un risultato omogeneo e naturale per armonizzare il viso nel suo insieme.

sezione-zone-del-viso
sezione-zone-del-viso

6 Dicembre 2022

Un chirurgo oculoplastico tratta tutte le zone del viso, ciascuna delle quali ha esigenze e approcci differenti a seconda delle casistiche: in figura è possibile osservare come vengono suddivise nello studio del protocollo ottimale.

Per me è fondamentale avere una visione d’insieme di tutto il viso, studiando protocolli personalizzati per rendere il risultato di un trattamento estetico o di un intervento chirurgico il più efficace possibile.

Filler-edema-malare
Filler-edema-malare

6 Dicembre 2022

Per trattare un edema malare, possono essere praticate delle piccole iniezioni al di sotto di esso, mediante un’innovativa tecnica che prevede l’utilizzo di una micro-cannula.

Questa tecnica permette di ridurre al minimo il rischio di ematomi, risultando indolore e non lascia cicatrici.

Per chi non fosse un candidato ottimale, è importante ricordare che il trattamento chirurgico dell’edema malare rimane un’opzione sempre valida e da non sottovalutare.

Prima-dopo-edema-malare
Prima-dopo-edema-malare

6 Dicembre 2022

L’invecchiamento del volto spesso si traduce in una perdita dei volumi e nel rilassamento cutaneo.

Nel caso di Laura, possiamo osservare anche una marcata borsa malare nella zona laterale della palpebra inferiore.

Grazie all’utilizzo di un filler a base di acido ialuronico profondo, abbiamo migliorato notevolmente l’inestetismo ridonando a Laura i giusti volumi del suo volto.

I risultati potrebbero variare da paziente a paziente
Laura è una vera paziente del Dott. Graziani
Le foto vengono utilizzate con il consenso della paziente e appartengono al Dott. Graziani. Si prega di non riprodurle.

Anestesia

Opzionale

Durata intervento

  • Breve
  • Media
  • Lunga

16.6

Tempo Recupero

  • Breve
  • Media
  • Lunga

16.6

tecnica-sospensione-al-frontale
tecnica-sospensione-al-frontale

4 Novembre 2022

L’intervento di correzione della ptosi palpebrale è senza dubbio una delle pratiche più all’avanguardia.

Chi decide di ricorrere all’intervento di ptosi palpebrale spesso lo fa non solo per risolvere un problema che potrebbe compromettere la capacità visiva ma anche per una questione estetica.

Si pone sempre più attenzione sugli occhi e su quello che sono in grado di trasmettere e questo spinge tante donne, ma anche tanti uomini, a voler migliorare l’aspetto della regione dello sguardo.

Prima-dopo-sospensione-al-frontale-ptosi
Prima-dopo-sospensione-al-frontale-ptosi

4 Novembre 2022

Rebecca presentava fin dalla nascita un’importante caduta delle sue palpebre superiori. Questo la costringeva a una postura scorretta adottata per sopperire alla ridotta capacità visiva.

Grazie a un intervento di sospensione al frontale, è stato possibile ripristinare la normale posizione delle palpebre superiori, restituendo a Rebecca l’intero campo visivo, nonché donandole uno sguardo di nuovo vivace e brillante.

I risultati potrebbero variare da paziente a paziente
Rebecca è una vera paziente del Dott. Graziani
Le foto vengono utilizzate con il consenso della paziente e appartengono al Dott. Graziani. Si prega di non riprodurle.

Anestesia

Si

Durata intervento

  • Breve
  • Media
  • Lunga

33.3

Tempo Ricovero

  • Breve
  • Media
  • Lunga

33.3

Tempo Recupero

  • Breve
  • Media
  • Lunga

33.3

sospensione-al-frontale
sospensione-al-frontale

4 Novembre 2022

Nei casi in cui il muscolo elevatore della palpebra sia talmente deficitario da non poter essere potenziato, si potrà elevare la palpebra utilizzando l’azione di supplenza del muscolo frontale.

La sospensione può avvenire con materiale autologo (prelevato cioè dal paziente) o eterologo (ovvero sintetico).

L’intervento ha una durata variabile a seconda della complessità del caso; tendenzialmente dura dai 45 minuti all’ora e viene effettuata in anestesia locale senza dolore.