Lacrimazione occhi nel bambino: perché avviene? Scopriamo cause e rimedi

Lacrimazione occhi nel bambino: perché avviene? Scopriamo cause e rimedi

Anestesia

Si

Durata intervento

  • Breve
  • Media
  • Lunga

33.3

Tempo Ricovero

  • Breve
  • Media
  • Lunga

33.3

Tempo Recupero

  • Breve
  • Media
  • Lunga

33.3

CHE COS'É L'EPIFORA PEDIATRICA?

Alcuni bambini possono presentare una lacrimazione occhi eccessiva, in particolare in un occhio (molto raramente il fenomeno è bilaterale) che compare nei primi giorni di vita e che può durare per alcuni mesi o anni. Questo fenomeno viene definito epifora pediatrica.

La lacrimazione è spesso accompagnata da una secrezione bianca o giallastra e si accentua quando il bambino viene portato in ambienti aperti.

Spesso i neonati nascono con le vie lacrimali ostruite per un residuo di mucosa al termine del condotto naso lacrimale, struttura deputata al drenaggio delle lacrime nel naso.

QUANDO È NECESSARIO INTERVENIRE PER CORREGGERE UN’EPIFORA PEDIATRICA?

  • Il genitore deve sospettare una dacriostenosi davanti a quadri di lacrimazione persistente, con difficoltà ad aprire l’occhio al mattino, secrezione bianca o giallastra e concrezioni al margine palpebrale.
  • Nella maggioranza dei casi il dotto si apre spontaneamente; è sufficiente la corretta detersione dell’occhio del bambino per evitare sovrainfezioni batteriche, e massaggi delicati al canto interno dell’occhio. Questo massaggio che consiste nel premere con il dito e spingere verso il basso, aumenta la pressione provocata nella sacca lacrimale e dovrebbe essere in grado di sturare il canalino dell’occhio e favorirne l’apertura. Per essere davvero efficace il massaggio deve essere effettuato seguendo attentamente le indicazioni dell’oculoplastico.
  • Se il normale deflusso non viene ristabilito entro l’anno di età, è consigliato intervenire sul piccolo paziente con un sondaggio delle vie lacrimali, al fine di evitare una stenosi cronica che richieda il successivo intervento chirurgico.

IN COSA CONSISTE L’INTERVENTO DI CORREZIONE DI UNA EPIFORA PEDIATRICA?

  • Si predispone una breve anestesia generale eseguita da personale con grande esperienza nell’ambito dei pazienti pediatrici.
  • Il puntino lacrimale inferiore viene dilatato con un apposito dilatatore.
  • Si penetra all’interno del puntino lacrimale con una piccola sonda e, seguendo il percorso anatomico delle vie lacrimali, si apre l’ostruzione: questa unica manovra permette di rompere la membrana che impedisce il deflusso lacrimale. In alcuni casi si esegue, insieme al sondaggio, un’intubazione delle vie lacrimali.
  • Dopo questa operazione, viene eseguito un lavaggio con soluzione fisiologica: se si vede uscire il liquido dal naso è stata superata l’ostruzione e ripristinata la fisiologica via di deflusso verso il meato nasale inferiore.

Il bambino viene seguito da una equipe altamente specializzata per interventi su pazienti in età pediatrica, che assicura la massima sensibilità e attenzione dalla fase pre-operatoria alla dimissione

QUALI SONO I RISULTATI DI CORREZIONE DELL’EPIFORA PEDIATRICA?

L’intervento non prevede incisioni o accessi chirurgici dall’esterno, perciò non lascia alcuna cicatrice.
L’intervento di sondaggio delle vie lacrimali permette di superare il problema della lacrimazione continua del bambino associata a secrezione.
Il ripristino del deflusso delle vie lacrimali riduce il rischio di congiuntiviti batteriche e permette di aprire con facilità entrambi gli occhi, importante per il benessere del bambino.

Epifora infografica

Intervista “Giovani Genitori” al Dr Carlo Graziani Settembre 2017 a cura di Angela Cagnetta

ARTICOLO CARLO epifora pediatrica SETT 2017

Scrivici per maggiori informazioni

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa sulla privacy e di quanto riportato alla voce "FORM DI CONTATTO" e autorizzo il trattamento dei miei dati all’interno dei registri per le sole finalità in esso descritte.