Novità in medicina estetica: filler con microcannula

TRATTAMENTI FILLER CON MENO INIEZIONI E SENZA DOLORE

filler con microcannula

Il ripristino dei volumi del volto ha progressivamente assunto un ruolo di centralità tra gli obiettivi perseguibili con la medicina estetica nell’ambito di un programma di ringiovanimento naturale e duraturo del viso.

Per ringiovanire in modo armonioso le palpebre e il viso, tra le novità nel campo dei filler esiste oggi una tecnica innovativa, che si avvale dell’utilizzo di microcannule, del calibro di tradizionali aghi, ma di maggiore lunghezza, flessibili e munite di punta arrotondata; l’ottima scorrevolezza dello strumento nei tessuti permette una distribuzione perfettamente uniforme del gel di acido ialuronico, per un risultato di qualità nettamente superiore a quella che si può ottenere con gli aghi rigidi, con minimo traumatismo per i tessuti, pressoché totale assenza di dolore e di sanguinamento delle zone trattate.

La nuova tecnica consente di ringiovanire il viso in poco tempo, senza ricorrere a molteplici fastidiose iniezioni e senza postumi dolorosi.
Fino a oggi per intervenire con i filler-viso era necessario praticare numerose iniezioni in punti diversi del viso. Il nuovo strumento delle microcannule flessibili permette di ridurre notevolmente il numero di iniezioni necessarie per il trattamento: le microcannule flessibili, una volta introdotte sottopelle, possono essere direzionate e consentono, grazie a una mirata distribuzione del prodotto, di scolpire i volumi del volto con estrema precisione. Il fastidio durante il trattamento-viso è minimo e sono ridotti anche il gonfiore e i lividi post-trattamento. L’effetto di ringiovanimento ottenibile può essere paragonato a quello di un ‘lifting non chirurgico’.
Il trattamento si effettua in ambulatorio e dura 30-40 minuti. Il chirurgo pratica con l’ago pochi fori d’ingresso sul viso – due o tre per lato – e poi inserisce le microcannule. Il materiale morbido e la punta arrotondata delle cannule flessibili sono delicati su tessuti e capillari, evitando traumi. Dopo il trattamento-viso è subito possibile riprendere le proprie attività.

Questa nuova tecnica apporta quindi numerosi vantaggi:

  • permette di praticare poche iniezioni;
  • il fastidio al volto durante il trattamento è ridotto al minimo;
  • già subito dopo il trattamento è possibile tornare alla normale vita quotidiana.

È comunque sempre indispensabile la visita presso un chirurgo specialista per valutare la fattibilità del trattamento in relazione al singolo caso: il chirurgo oculoplastico è una figura altamente specializzata nell’ambito della chirurgia e della medicina estetica delle palpebre e del viso.

Redazione