Sguardo felino e teoria del “frame”

teoria del frame concept

Occhi, espressività e sguardo rappresentano i principi fondamentali della comunicazione verso gli altri.

MA QUALI SONO I FATTORI CHE RENDONO LO SGUARDO PIÙ ATTRAENTE ED ACCATTIVANTE?

Vari studi hanno cercato di approfondire perché lo sguardo di certi individui rimane più ipnotico di altri, creando l’innovativo concetto del Frame. Lo studio si appoggia sull’evoluzione morfologica del volto dei nostri antenati fino a oggi insieme allo studio del regno animale.

La donna, in tutto il mondo, ha sempre cercato lo sguardo felino nel trucco.

GUARDANDO IL REGNO ANIMALE, CI RENDIAMO CONTO D’ISTINTO CHE I FELINI HANNO UNO SGUARDO PIÙ ATTRAENTE E AFFASCINANTE RISPETTO AI PRIMATI, MA PER QUALE RAGIONE?

Per prima cosa, i felini non hanno zona d’ombra intorno all’occhio, ciò dà una maggiore concentrazione della luce e di conseguenza uno sguardo più ipnotico e affascinante. Al contrario, nei primati, l’occhio è travolto da una grande zona d’ombra: i cerchi scuri conferiscono un’espressione più stanca e triste all’animale.

È adesso chiaro il principio della zona d’ombra intorno all’occhio. Ma per completare il quadro generale bisogna valutare la forma della protagonista principale: la palpebra. Superiore piena e inferiore corta permette di creare una particolare concentrazione di luce direttamente intorno all’occhio (ridotta zona d’ombra) conferendo al volto uno sguardo più attraente e sensuale.

Con l’invecchiamento dello sguardo, però, il baricentro si sposta sulle zone d’ombra intorno agli occhi: lo sguardo perde di incisività. Le palpebre superiori e inferiori cedono e la pelle in eccesso si sposta verso il basso.

QUALI SONO LE SOLUZIONI PER RIMEDIARE?

Con chirurgia:

La nuova via per correggere questo difetto e ringiovanire in modo naturale lo sguardo è il Microlipofiling che permette di ottenere risultati armoniosi. L’intervento consiste nell’aspirare tessuti adiposi del paziente da un’area donatrice (addome, interno coscia, fianchi), e, previa estrazione delle cellule staminali e delle cellule adipose, iniettare il materiale così ottenuto nelle zone scure e vuote dello sguardo e del volto. Risultato: uno sguardo fresco, giovane e addio cerchi scuri del gorilla!

Senza chirurgia:

Per chi non volesse optare per un intervento chirurgico, esistono le tecniche mini-invasive di filling (‘riempimento’ in inglese) che ripristinano i volumi persi, rispettando i tessuti e garantendo naturalezza e armonia dei risultati. Si procede con iniezione di sostanze riempitive (acido ialuronico) mediante micro cannula nella zona perioculare permettendo cosi di attenuare l’inestetico svuotamento e scurimento della regione perioculare. L’effetto finale è un complessivo ringiovanimento dello sguardo e del volto per ritrovare il volume naturale e il turgore tipico del volto giovane.

Con un elevato stress meccanico (10.000 movimenti oculari/ora), una cute spessa solo 0,04 mm priva di grasso sottocutaneo e con ridotto film idrolipidico protettore, la zona palpebrale è di fatto la zona piu fragile di tutto il nostro corpo.

Oltre a crema protettiva solare e giornaliera, una buona idratazione è fondamentale.

I Concentrati Piastrinici o PRP (dall’inglese Platelet Rich Plasma), sono la tecnica più innovativa nel campo della medicina estetica e consentono di idratare la zona perioculare e il viso senza ricorrere alla chirurgia, preservando un aspetto del tutto naturale e conferendo alla pelle tono, compattezza e luminosità.

Addio sguardo stanco e depresso! Le tecniche più avanzate e moderne sono ormai a disposizione, sempre nelle mani di grandi esperti, per ritrovare lo sguardo misterioso e ipnotico del felino.

Redazione