Filler per uomo: quando l’acido ialuronico è declinato al maschile

filler per uomo

Che si faccia sempre più spesso ricorso ai filler per uomo non è un tabù. Chi ha detto che cercare di migliorarsi dal punto di vista estetico mini la virilità? Quello del ringiovanimento, del resto, è un sogno che rincorrono proprio tutti, sia donne che uomini. 

Tra i 40 e i 50 anni la pelle del viso, ma non solo, tende a cedere e a perdere il suo naturale sostegno. Si accentuano le rughe nel solco lacrimale, compaiono le zampe di gallina e le tanto odiate borse

Se prima gli uomini si limitavano a provare le creme di fidanzate, sorelle, mogli o a richiedere dei trattamenti per la pelle, ora bussano alla porta dei chirurghi estetici per cercare una soluzione più mirata. 

Quando il viso e lo sguardo invecchiano: cosa fare?

Lo sguardo è il primo punto su cui focalizzare l’attenzione, poiché i primi segni di vecchiaia e di stanchezza compaiono proprio nella zona perioculare e delle palpebre. 

Quando si ha uno sguardo stanco e invecchiato si spegne quell’interruttore dell’attrazione e dell’interesse che mantiene vivi i rapporti interpersonali. Proprio per questo, soprattutto negli ultimi anni, sempre più uomini hanno preso consapevolezza dell’importanza dell’immagine, accostandosi al mondo della medicina estetica e delle tecniche per il ringiovanimento dello sguardo

Il trattamento più richiesto? I filler per uomo a base di acido ialuronico che permettono di perseguire un obiettivo preciso: un viso tonico e fresco, visibilmente ringiovanito, ma non eccessivo nei volumi. 

Le mani esperte di un chirurgo oculoplastico, specializzato nella regione dello sguardo, sapranno come armonizzare il risultato finale, ridefinendo i volumi ma senza dare nell’occhio. Naturalezza e ringiovanimento devono sempre andare di pari passo. 

Per un viso svuotato e segnato dal tempo il filler è quasi sempre il trattamento preferito, nonché il più consigliato. Si tratta di un trattamento di medicina estetica mini-invasiva realizzato con l’utilizzo di sostanze iniettabili il cui obiettivo è quello di ridare volume alle zone del viso che lo hanno perso, come occhiaie, labbra o ancora zigomi, e appianare le rugheIniettando questa sostanza, che è in grado di trattenere delle grandi quantità di acqua, anche la pelle apparirà immediatamente più idratata in profondità e con una texture compatta. 

Nell’ultimo periodo, quando si parla di filler per uomo si tende a consigliare l’utilizzo contestuale di due tipologie di filler. La prima contenente acido ialuronico ad alto peso molecolare, permette di andare a lavorare sulla zona compresa tra mandibola e mento, ridefinendo forme e volumi. La seconda, un filler dinamico, viene utilizzato per plasmare il risultato finale, affinché sia quanto più naturale possibile. 

La durata del trattamento? L’effetto di un filler a base di acido ialuronico oscilla tra i 6 e gli 8 mesi con una piccola variabilità individuale.

Solo filler per uomo o anche altri trattamenti?

Non solo filler! Il viso maschile, esattamente come quello femminile, può presentare anche altre problematiche risolvibili mediante interventi di medicina o chirurgia estetica. 

La blefaroplastica maschile, ad esempio, è molto richiesta. Come accade per le donne, la zona delle palpebre inferiori incide moltissimo sulla vivacità e sulla giovinezza dello sguardo. Chi presenta delle evidenti borse sotto gli occhi perde il suo appeal ed è per questo che tanti uomini, di solito over 40 ma non solo, richiedono questo intervento. 

La blefaroplastica transcongiuntivale permette di ottenere il risultato desiderato, ma senza cicatrici esterne visibili. Il tessuto adiposo che va a formare la borsa viene rimodellato e, in pochissimo tempo, sarà possibile tornare alla propria vita quotidiana con la consapevolezza di avere uno sguardo nuovamente giovane. Un risultato naturale che, però, può dare nuova luce a una zona perioculare che appariva pesante e invecchiata. 

Si ha anche la possibilità di ricorrere al lipofilling se si decide di voler fermare gli effetti indesiderati del tempo che passa. Si tratta di un intervento che permette di prelevare del tessuto adiposo dalle cosiddette aree donatrici per poi estrarne cellule staminali e cellule adipose, che saranno utilizzate per ridefinire i volumi del viso, per correggere le occhiaie e per dare un nuovo turgore a delle zone che stanno cedendo. 

L’obiettivo giovinezza non è poi così difficile da raggiungere se ci si affida alle mani giuste. Quello che è importante ricordare è che il professionista a cui ci si rivolge deve sempre mettere a punto un approccio personalizzato per il singolo paziente, assecondando le sue esigenze e consigliando le tecniche migliori. 

Per fissare un appuntamento, non resta che contattarci.