Come le piante possono aiutare la nostra pelle

COME LE PIANTE POSSONO AIUTARE...

La natura è la prima alleata della bellezza e della salute della nostra pelle. Sono numerosissime le erbe e le piante che contengono principi attivi in grado di migliorare la buona forma e quindi l’aspetto esteriore della nostra pelle: basta conoscerli e usarli correttamente per assicurarsi un incarnato luminoso. Idratano la pelle, calmano le irritazioni, proteggono lo stomaco. Sono solo alcuni degli effetti benefici dei principi attivi naturali. Scopriamo quali sono le piante della salute per eccellenza.

Aloe

In lozione o in crema, idrata, protegge e rigenera la pelle. E’ un rimedio prezioso per la salute della pelle. Il suo gel naturale, contenuto nelle foglie, ha un potere lenitivo e rigenerante: è molto utile quindi in caso di scottature e di punture di insetti. Applicato sul viso e sul corpo mantiene la pelle sana e luminosa. Grazie alle sue molteplici proprietà, l’aloe può essere utilizzato in numerosi modi:

  • Come doposole: grazie alle sue proprietà rinfrescanti e idratanti, il gel di aloe può essere applicato per lenire scottature, eritemi solari e come classico doposole a seguito di un’esposizione prolungata ai raggi UV.
  • Come lenitivo: in caso di irritazioni, dermatite atopica o altri problemi dermatologici come la psoriasi, il gel di aloe vera può regalarvi sollievo.
  • Per idratare la pelle: se soffrite di pelle secca, il gel dell’aloe è un ottimo rimedio! Ricordiamoci che per mantenere la pelle idratata bisognerebbe bere 1L di acqua al giorno e al contempo idratare la pelle con prodotti a uso topico. L’aloe vera, grazie alla sua composizione chimica, può essere usato sul corpo così come sulla pelle del viso.

Arnica

Fiorisce d’estate in montagna e fa bene solo se è spontanea. L’arnica è il rimedio efficace per traumi e lividi. E’ amarissima, e questo dissuade gli animali dal mangiarsela; i suoi principi attivi sono presenti totalmente solo se cresce spontaneamente e se arriva in laboratorio entro le 48 ore. E’ benefica, perchè aiuta a ridurre e riassorbire le contusioni e gli ematomi: infatti è un ottimo e valido rimedio nel ridurre gli ematomi dopo un lifting.

È anche un noto ingrediente dell’industria cosmetica:

  • E’ in grado di combattere l’acne e la forfora. Lenisce la cute screpolata, da quella del cuoio capelluto a quella delle labbra.
  • In qualità di antisettico e vaso-stimolatore, fiale e lozioni sono in grado di contrastare la cellulite e la caduta dei capelli, e dunque di placare le conseguenze di malattie importanti come l’alopecia.

Camomilla

La camomilla, essenzialmente nota come rimedio molto efficace contro l’insonnia e come calmante naturale, è anche un potente antinfiammatorio. Infatti, la sua azione sedativa non è altro che la conseguenza dei suoi effetti lenitivi e digestivi. Ecco alcune sue proprietà:

  • Sedativa e antiossidante: Aiuta a digerire e regolarizza l’intestino
  • Placa l’ansia: rinfresca e lenisce
  • Lenisce gli occhi arrossati
  • Attenua il rossore
  • Azione antiage
  • Tonifica e illumina la pelle

Ginseng

Ha talmente tante proprietà – stimolanti, antiossidanti, antinfiammatorie, antidepressive – che per descriverle tutte è stata creata una definizione apposita: adattogeno. Questo termine, inventato da un farmacologo russo, viene utilizzato per indicare tutte quelle piante capaci di dare benefici a 360 gradi poiché  agiscono a livello cellulare. Oltre a un’azione equilibrante psicofisica e all’aumento delle difese immunitarie, c’è una parte attiva della pianta (panax) che è contenuta nella radice e che possiede sostanze (saponine e ginsenoidi) che aumenta l’elasticità dell’epidermide e la sua idratazione, aiutando a limitare i danni del passare del tempo sulla cute. Per questo viene molto spesso usata anche nella cosmetica. Conosciuta per la sua azione antiossidante contro i radicali liberi è quindi usata in molte creme anti età, proprio per le proprietà tonificanti e rivitalizzanti.

Pungitopo

La sua radice è una panacea per la circolazione grazie all’azione “sigillante dei vasi sanguigni”. Questo significa che, previene la rottura dei vasi capillari, il gonfiore delle gambe, e può anche contrastare la cellulite. Gli effetti positivi aumentano quando fa caldo: se da un lato l’innalzarsi della temperatura crea maggiori problemi di circolazione, dall’altro il calore dell’ambiente accresce l’efficacia dei principi attivi del pungitopo.