Sudorazione abbondante o Iperidrosi?

IPERIDROSI DR GRAZIANI

La sudorazione è una normale funzione del nostro corpo. Ognuno di noi suda quando fa caldo o durante l’attività fisica, come per esempio durante lo sport: viene prodotto attraverso le ghiandole sudoripare eccrine un liquido trasparente e salato (1% sale, 99% acqua), con la funzione di raffreddare la nostra temperatura corporea. La sudorazione abbondante può avvenire anche quanto si è stressati o nervosi! Circa l’1% della popolazione suda in eccesso senza ovvie ragioni. La sudorazione eccessiva può variare da una condizione moderata ad una severa, quando per esempio si notano grandi chiazze bagnate sui vestiti, si hanno scarpe e piedi umidi, o le mani umide ed appiccicose.

Il termine Iperidrosi viene usato quando la sudorazione eccessiva supera i livelli normali previsti. Ne esistono di due tipi:

  • Iperidrosi primaria (idiopatica) quando la sudorazione abbondante colpisce alcune parti del corpo come le mani, i piedi, le parti del viso, o le ascelle.
  • Iperidrosi secondaria: la sudorazione abbondante è un effetto collaterale di una patologia latente o di una causa ormonale (come la gravidanza o la menopausa).

I soggetti che soffrono di Iperidrosi primaria o secondaria possono vivere la loro condizione come imbarazzante, stressante o a volte anche debilitante. Perciò la sudorazione eccessiva può avere anche gravi complicanze a livello psicologico ed effetti come la depressione e l’ansia causati dall’imbarazzo a stare in società.

Nei casi di Iperidrosi primaria le parti affette sono spesso visibili a chi ci circonda:

  • ascelle (Iperidrosi ascellare)
  • la schiena
  • i palmi delle mani (Iperidrosi palmare)
  • il viso (Iperidrosi facciale)
  • le piante dei piedi
  • il petto
  • la parte retrostante delle ginocchia

Si ipotizza che l’iperidrosi primaria o focale sia genetica: la condizione tende a manifestarsi in famiglia. Invece le cause secondarie dell’Iperidrosi possono essere molteplici: ansia, diabete, abuso di alcool, gravidanza, ipertiroidismo, menopausa, ed altre. Ecco perchè è importante farsi vedere da un medico specialista!

Rimedi non chirurgici

  • Botulino

Particolarmente utile per coloro che soffrono di Iperidrosi ascellare e considerato uno dei migliori trattamenti odierni. Questo trattamento non invasivo prevede l’infiltrazione di botulino nella zona interessata. La soluzione botulinica blocca la trasmissione dell’impulso nervoso alle ghiandole sudoripare. Il risultato è temporaneo (6 – 8 mesi) ma con una drastica riduzione della sudorazione. Questo trattamento riscuote un grado di soddisfazione molto elevato.

  • Ionoforesi

Questo metodo introduce ioni nella pelle attraverso una corrente elettrica. L’elettricità agisce sulle ghiandole sudoripare “bloccando” temporaneamente la loro azione. La Ionoforesi  è adatta per il trattamento dell’Iperidrosi focale sulle mani e sui piedi.

  • Alimentazione

Prestare infine attenzione a quello che si mangia: l’alimentazione influisce parecchio sulla sudorazione eccessiva. Evitare cibi speziati, salati e piccanti, alcool e caffè.

Non ci sono trattamenti che impediscono ad una persona di sudare. Dopo tutto, è una funzione fondamentale del corpo. Tuttavia, le persone che soffrono di Iperidrosi oggi possono scegliere diverse soluzioni che donano sollievo dai sintomi stressanti dell’Iperidrosi.