Cavità anoftalmica

Zona

Orbita

Anestesia

Si

Durata intervento

  • Breve
  • Media
  • Lunga

50

Tempo Ricovero

  • Breve
  • Media
  • Lunga

33.3

Tempo Recupero

  • Breve
  • Media
  • Lunga

50

pre e post protesi oculare

Nei traumi oculari gravi e in caso di tumori orbitari maligni e tumore all’occhio maligno può rendersi necessaria la rimozione chirurgica dell’occhio. Le tecniche chirurgiche utilizzate sono l’eviscerazione, l’enucleazione, e l’exenteratio.

EVISCERAZIONE

L’eviscerazione consiste nella rimozione chirurgica del contenuto del globo oculare mediante anestesia locale. Si esegue in caso di traumi oculari gravi, infezioni (endoftalmite) e per occhi ciechi e dolenti. L’occhio viene rimpiazzato da un impianto orbitario, in modo da ricostituire il volume orbitario. Dopo 4-6 settimane viene inserita una protesi oculare cosmetica: un dispositivo personalizzato che, come una grande lente a contatto che imita le fattezze dell’occhio controlaterale, è posto davanti all’impianto orbitario dopo circa 4–6 settimane dall’intervento. Prima di questo periodo é inserito un conformatore di plastica trasparente. La protesi oculare cosmetica definitiva ha il compito di supportare le palpebre nella giusta posizione, di imitare l’occhio sano controlaterale (nelle fattezze e nel movimento).

ENUCLEAZIONE

L’enucleazione consiste nella rimozione chirurgica dell’intero globo oculare mediante anestesia generale o locale. Si esegue in caso di tumori maligni orbitari e oculari, nei traumi oculari gravi, e per occhi ciechi e dolenti. L’occhio viene rimpiazzato da un impianto orbitario, in modo da ricostituire il volume orbitario. Dopo 4-6 settimane viene inserita una protesi oculare cosmetica: un dispositivo personalizzato che, come una grande lente a contatto che imita le fattezze dell’occhio controlaterale, è posto davanti all’impianto orbitario dopo circa 4–6 settimane dall’intervento. Prima di questo periodo é inserito un conformatore di plastica trasparente. La protesi oculare cosmetica definitiva ha il compito di supportare le palpebre nella giusta posizione, di imitare l’occhio sano controlaterale (nelle fattezze e nel movimento).

EXENTERATIO

L’exenteratio consiste nella rimozione chirurgica dell’intero contenuto orbitario (il globo oculare insieme con il grasso e i muscoli che ne controllano il movimento) e, secondo i casi, delle palpebre, mediante anestesia generale. Si esegue in caso di tumori maligni orbitari e oculari. Poiché la cavità orbitaria é lasciata vuota, la riabilitazione estetica avviene mediante la fabbricazione di un’epiprotesi facciale personalizzata che può essere applicata agli occhiali o direttamente all’orbita (colla, magneti).

protesi oculare
immagine post intervento cavità anoftalmica

Scrivici per maggiori informazioni

Il/La sottoscritto/a, acquisite le informazioni fornite dal titolare del trattamento ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n. 196/2003, e consapevole, in particolare, che il trattamento riguarderà i dati sensibili di cui all'art.4 comma 1 lett. d), nonché art.26 del D.lgs.196/2003, vale a dire i dati idonei a rivelare l'origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l'adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale.