Anoftalmia – Microftalmia

Anoftalmia e Microftalmia

ANOFTALMIA E MICROFTALMIA: COSA SONO?

L’anoftalmia e la microftalmia sono caratterizzate, rispettivamente, dall’assenza di un occhio (anoftalmo) e dalla presenza di un occhio più piccolo all’interno dell’orbita (microftalmo). La condizione di completa assenza del bulbo oculare è molto rara: in genere possono trovarsi nella cavità orbitaria dei residui o abbozzi di bulbo privi di funzionalità visiva.

Anoftalmia e Microftalmia rappresentano malformazioni dello sviluppo oculare, sovente associate a sindromi complesse che interessano anche altri apparati.

Per quanto concerne le cause di queste malformazioni (raggruppate sotto il temine unico MAC: Microftalmia, Anoftalmia, Coloboma), si ritiene che due casi su tre abbiano natura genetica, e dunque siano congeniti, ossia presenti sin dalla nascita.

In questi quadri patologici, il bambino è funzionalmente cieco (mono o bilateralmente); tuttavia, al danno anatomo-funzionale si aggiunge la disparità dello sguardo, elemento essenziale d’espressione nelle relazioni umane.

Per assicurare un migliore sviluppo della cavità orbitaria e delle strutture facciali limitrofe e per migliorare le proporzioni del viso è opportuno inserire un espansore o conformatore orbitario: esso consente uno sviluppo più simmetrico delle ossa facciali del bambino che, da adulto, potrà così indossare delle corrette protesi oculari.

Ogni paziente, insieme ai suoi genitori, verrà indirizzato e consigliato verso le pratiche chirurgiche più appropriate e all’avanguardia, secondo le più aggiornate linee guida delle associazioni chirurgiche internazionali. Il bambino vive l’esperienza dell’intervento con serenità, seguito in ogni passaggio da una equipe di grande professionalità ed esperienza con utenza pediatrica.


POSSO SOTTOPORMI A INTERVENTO DI CORREZIONE DI ANOFTALMIA E MICROFTALMIA?

L’inserimento di espansore orbitario trova indicazione in tutti i pazienti pediatrici affetti da sindrome MAC in cui sia stato accertato un quadro di Microftalmia / Anoftalmia in narcosi senza possibilità di recupero visivo.

L’intervento precoce stimolerà l’accrescimento sia della struttura ossea che dei tessuti molli (palpebre e congiuntiva), consentendo un ottimo risultato estetico.


IN CHE COSA CONSISTE L’INTERVENTO DI CORREZIONE DI ANOFTALMIA E MICROFTALMIA?

  • Il trattamento delle microftalmie e anoftalmie congenite consiste nell’inserimento di conformatori all’interno della cavità bulbare nel contesto di un programma di riabilitazione orbitaria precoce.
  • Il presidio protesico viene periodicamente cambiato, in considerazione della rapida crescita del bambino e delle strutture ossee in età pediatrica.
  • Il progressivo aumento delle dimensioni del conformatore mantiene la forma e la struttura della cavità bulbare, rendendola adatta ad accogliere una protesi oculare nell’età adulta, esteticamente assai simile all’occhio controlaterale nell’aspetto e nella funzionalità.

COSA DEVO ASPETTARMI? QUALI SONO I RISULTATI DEL TRATTAMENTO DI CORREZIONE DI ANOFTALMIA E MICROFTALMIA?

  • Il bambino viene controllato periodicamente dopo l’applicazione della protesi oculare: il chirurgo valuta la tolleranza della stessa sull’occhio microftalmico, avendo cura di ispezionare la cornea del piccolo occhio e la congiuntiva rimuovendo la protesi stessa.
  • In caso di anoftalmia congenita vengono utilizzate protesi oculari su misura per ogni bambino che devono essere sostituite ogni 15 giorni nei primi due mesi di vita. Per i sei mesi successivi sarà sufficiente sostituire la protesi una volta al mese.
  • In seguito il programma riabilitativo verrà adattato a ogni caso clinico con tempi e cadenze personalizzati.

Scrivici per maggiori informazioni

Il/La sottoscritto/a, acquisite le informazioni fornite dal titolare del trattamento ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n. 196/2003, e consapevole, in particolare, che il trattamento riguarderà i dati sensibili di cui all'art.4 comma 1 lett. d), nonché art.26 del D.lgs.196/2003, vale a dire i dati idonei a rivelare l'origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l'adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale.