Mesobotox: trattamento botulino light per una “glass skin”

mesobotox

Dalla Corea, paese in cui il concetto di bellezza è sinonimo di pelle perfetta, arriva il mesobotox o skin botox. Il desiderio di avere una pelle luminosa, compatta e ben idratata è sempre più forte anche in Italia ed è per questo che il trattamento prende sempre più piede.

Mesobotox: cos’è

Si tratta di micro-iniezioni di botox nel mesoderma, uno degli strati intermedi della pelle. La tossina botulinica, quindi, va a lavorare sugli strati più superficiali della pelle, permettendo così di levigarne la grana senza bloccare i muscoli mimici del viso.

Le microiniezioni associano una piccola quantità di botox, estremamente diluito rispetto alle concentrazioni utilizzate nel trattamento classico, a delle sostanze rivitalizzanti che possono essere vitamine, sali minerali, acido ialuronico e aminoacidi.

Le zone da trattare con il mesobotox sono diverse. Grazie alla presenza di una quantità estremamente diluita di botulino, è possibile effettuare il trattamento su tutto il viso, compreso le guance, gli zigomi e il mento.

Vengono utilizzati degli aghi corti e sottilissimi, ideali per penetrare negli strati più superficiali della pelle. Di punturine se ne fanno fino a 50, contro le normali 5-10 del botox tradizionale, e a una distanza di circa 0,5-1 cm l’una dall’altra.

Lo skin botox è un trattamento soft che può essere effettuato in ambulatorio e senza anestesia. Niente paura se si nota un piccolo rossore localizzato nella zona in cui sono state effettuate le punture. Passerà spontaneamente nel giro di circa 30 minuti o poco più.

Ottimi risultati si ottengono con 3-4 sedute, effettuate a distanza di circa 3 settimane, per un risultato che durerà 4-6 mesi circa. I tempi di recupero sono brevissimi e si potrà immediatamente tornare alle proprie attività quotidiane, con la sola precauzione di non strofinare la zona trattata per 24 ore.

Benefici del mesobotox

Partendo dalla skincare coreana e arrivando al mesobotox, tutti i trattamenti che ci arrivano da Seoul sono finalizzati ad avere una pelle più luminosa e senza pori in evidenza. Il botox, assieme ai rivitalizzanti associati, permette infatti di ridurre la produzione di sebo in eccesso.

Non solo: la diluizione della tossina botulinica permette di non andare a bloccare i muscoli mimici facciali, ma di agire in superficie.

Un aspetto naturale e armonioso: questo è il primo, grande beneficio del mesobotox o skin botox. Inoltre, niente più “visi congelati” o innaturalmente stupiti come spesso accade quando si esagera con il botox, ma un viso disteso e riposato con una glass skin invidiabile.

Differenze con il botox “classico”

Attenzione a non pensare che il mesobotox possa avere un effetto sulle rughe profonde. Il trattamento, infatti, è mirato a ridurre quelle piccole rughe superficiali attraverso una naturale distensione della cute che si associa a una profonda idratazione. La pelle risulterà meno opaca, più turgida e distesa.

Le rughe più marcate, invece, richiedono l’intervento del botox “classico” utilizzato nella concentrazione standard e filler di ultima generazione, così da distendere e riempire allo stesso tempo.

La differenza tra i due trattamenti sta principalmente nella diluizione della tossina botulinica. Nello skin botox, infatti, si ha una diluizione estrema della tossina che viene associata a dei biorivitalizzanti.

Non solo: cambia anche il protocollo iniettivo. Nel mesobotox le punture sono molto più superficiali e non vanno a bloccare temporaneamente i muscoli mimici ed è per questo motivo che se ne possono fare di più e su una zona più vasta del viso.

Per scoprire di più sul mesobotox e su tutti gli altri trattamenti pensati su misura per le tue esigenze non resta che contattarci.

Redazione Oculoplastica- Dr. Carlo Graziani