Filler viso per una Happy Face alla Kate Middleton: è boom

Happy Face

Un vero e proprio boom di richieste ci ha aiutato a individuare il primo, forte trend estetico 2020: il filler viso per avere la cosiddetta happy face alla Kate Middleton. Lei, la bellissima moglie dell’erede al trono britannico, a 38 anni compiuti da pochissimi giorni è una delle donne più copiate e ammirate del momento.

Mentre i riflettori del gossip sono puntati su Meghan Markle, la bella Kate continua a farsi notare per la sua bellezza sempre rilassata e mai eccessiva. Un volto sempre sorridente e non stressato, quello che tutte vorrebbero avere. Come fare? La medicina estetica potrebbe rivelarsi un utile alleato.

Filler e trattamenti per sguardo e viso felice

Un aumento delle richieste di trattamenti per ottenere una happy face come quella di Kate: questo è quello che alcuni chirurghi britannici hanno registrato nell’ultimo periodo. Un trend che piace, perché l’obiettivo è far apparire le donne naturalmente più felici e rilassate. 

Del resto, come dimostra la Duchessa di Cambridge, il sorriso è una delle migliori armi per apparire più belle. Certo, nella vita di tutti i giorni ansie e preoccupazioni possono rendere il viso meno disteso e solcato da rughe. Inoltre, non tutte hanno un bel sorriso all’insù. Ecco perché in molte ricorrono alla medicina estetica per apparire più felici, giovani e spensierate. 

Il segreto della giovinezza? La felicità e un filler viso ben eseguito. Si va dai derma filler per lavorare sugli angoli della bocca, al botox che va ad attenuare in modo naturale le rughe di espressione sulla fronte ed eliminare le zampe di gallina. Quello che si vuole offrire è un risultato armonico e naturale, che comunichi quanto più possibile un aspetto di serenità. 

In base al risultato che si desidera ottenere, si andranno a utilizzare filler differenti. Per un effetto rivitalizzante, ad esempio, l’acido ialuronico dovrà essere poco crosslinkato (più liquido) e arricchito con aminoacidi,  vitamine, peptidi biomimetici. Per idratare la pelle verranno eseguite delle iniezioni non troppo profonde in modo tale da rendere la pelle più turgida e compatta.

Un’azione di resculpting del viso passa anche da quelli che sono i cosiddetti triggered point, ossia quelle zone del volto che prima di altre vengono colpite dal deficit tissutale che provoca l’invecchiamento. In questo caso, verranno utilizzati filler di ultima generazione con un G-point elevato, in modo da conferire struttura e conseguente funzionalità alle zone del viso che stanno cedendo. 

Nell’ultimo periodo le richieste di lifting del sopracciglio sono in aumento ma attenzione non solo con la chirurgia! Grazie a un trattamento di medicina estetica mirati si riesce a innalzare la parte esterna delle sopracciglia e, al contempo, a distendere la cute nella zona delle tempie e a lato degli occhi, donando al viso una maggiore espressività e la tanto ricercata happy face.

Si dirà, così, addio allo sguardo spento, stanco, cadente, andando a lanciare un messaggio emozionale decisamente positivo. L’obiettivo principale di tutto questo è apparire più felici e radiosi, ma in maniera del tutto naturale. 

Una concezione di medicina estetica che cavalca l’ormai noto less is more. Non ci si ritocca per essere esagerate, ma per essere in pace con se stesse e con lo specchio. Niente più visi di plastica tutti omologati a standard ormai superati, ma visi sorridenti e sguardi ringiovaniti. In poche parole, si punta al cosiddetto ritocco emozionale, la tendenza di questo nuovo decennio. 

Come sempre accade quando si parla di medicina estetica, è importante un approccio personalizzato al problema. L’incontro con un chirurgo oculoplastico che si occupa in modo esclusivo di sguardo e di viso è la soluzione migliore per ritrovare la giovinezza e il sorriso. Non resta che contattarci per richiedere un consulto.

La Redazione