Ogni età ha il suo programma di manutenzione

età programma manutenzione

Le esigenze cambiano, con il passare degli anni: se a 20 l’aspetto della pelle è luminoso e radioso, ma a turbare possono essere difetti congeniti, a 30 anni iniziano a comparire le prime rughe e progressivamente, per ogni decade, i volumi sono alterati, la pelle cede e la forza di gravità ha il sopravvento sui lineamenti del viso, che pian piano appaiono sempre più appesantiti e indefiniti.

Vediamo dunque come prendersi cura del viso ad ogni età.

Cura della pelle del viso a 20 anni

La pelle a 20 anni è molto giovane, ma non va trascurata. Prima si comincia con i trattamenti per prevenire l’invecchiamento prematuro, più si otterranno risultati di longevità dell’epidermide e si creeranno buone abitudini per il futuro.

  • Contorno occhi: proteggere l’area perioculare con gel o creme contorno occhi dall’effetto rinfrescante e anti-occhiaie. In questo modo eventuali borse sotto gli occhi verranno attenuate.
  • I sieri: per idratare la pelle secca i sieri hanno una texture leggera e vellutata che non appesantisce e al tempo stesso protegge la pelle dagli agenti esterni.
  • Creme anti-età: dai 25 anni è bene iniziare a usare creme antirughe come prevenzione. Dipende molto dal tipo di pelle e dalla genetica della persona, però in generale tra i 22 e i 28 anni è importante iniziare a preparare la pelle per evitare l’invecchiamento precoce.
  • Stile di vita sano: se non si fuma, si ha un ritmo sonno-veglia regolare e ci sia alimenta in modo vario, la pelle ringrazia a 20 anni e anche in futuro.

Cura della pelle del viso a 30 anni

Dai 30 anni diventa fondamentale prendersi cura della pelle del viso, con piccoli gesti quotidiani che non occupano molto tempo e qualche trattamento non invasivo.

  • Crema e serum antietà con retinolo, una forma di vitamina A: ritarda l’invecchiamento della pelle del viso e del collo e deve essere spalmata ogni giorno con costanza. Per le creme antirughe, invece, è ancora presto. I prodotti antirughe servono infatti ad ammorbidire e “riempire” le rughe della pelle, che a 30 anni non dovrebbero essere ancora comparse.
  • Antiossidanti: sono contenuti in parecchi alimenti (5 porzioni al giorno di frutta e verdura sono sufficienti a tenere lontani i radicali liberi, secondo il dipartimento dell’agricoltura americano), in cosmetici che contengono antiossidanti come la vitamina C, lo zinco e la luteina e nei filler che possono essere iniettati per idratare e nutrire la pelle del viso nel modo più completo possibile.

Cura della pelle del viso a 40 anni

A 40 anni i segni del tempo si fanno notare sul viso e sul collo: zampe di gallina, rughe d’espressione marcate, palpebre che iniziano a scendere e molti altri i segnali che indicano che il processo d’invecchiamento è avviato.

  • Cosmetici antirughe: È importante che contengano vitamina B5, che apporta elasticità, e vitamine C e E, che rendono tonici i tessuti della pelle.
  • Sollevamento delle sopracciglia: per le palpebre cadenti, esistono trattamenti mini invasivi di chirurgia (per esempio la blefaroplastica). È importante affidarsi ad un chirurgo oculoplastico che sappia guidare verso il giusto trattamento.
  • Riempimenti facciali: ce ne sono di diversi tipi, ma tutti con lo stesso obiettivo: ridurre le linee d’espressione e le rughe del viso. Filler, acido ialuronico, grasso: un chirurgo oculoplastico sa consigliare il trattamento più adatto.

Cura della pelle del viso a 50 anni

La pelle del viso a 50 anni ha bisogno di essere idratata con costanza e sostenuta con trattamenti che la rendano più tonica e fresca.

  • Lifting: se le linee del volto hanno perso nitidezza e si sono ammorbidite troppo, il viso ha perso incisività. Quindi, è possibile effettuare un lifting del viso e del collo per tendere nuovamente la pelle ringiovanendo l’insieme.
  • Trattamenti antirughe: se da un lato è di fondamentale importanza idratare ogni giorno la pelle con creme e sieri antirughe, al contempo è pur vero che da soli, questi prodotti, non sono sufficienti. È necessario, quindi, riempire le rughe dall’interno con filler iniettati con microcannule che si adattano alla morfologia del volto e permettono di arrivare negli interstizi e riempire i vuoti in modo naturale e completo.

Ad ogni età, come abbiamo visto, è importante prendersi cura della pelle del viso, per prevenire l’invecchiamento e per accompagnare il volto facendo in modo che il processo venga rallentato.

Redazione