Come prepararsi alla blefaroplastica: alimentazione pre e post-operatoria

come prepararsi alla blefaroplastica

La preparazione a un intervento chirurgico è sempre importante, anche quando si tratta di chirurgia estetica. Per questo motivo ci si deve domandare come prepararsi alla blefaroplastica se si decide di sottoporsi a questo intervento per avere palpebre più snelle e uno sguardo ringiovanito.

Una delle più famose guide di consigli pre e post operatori, scritta da Oliver Warren noto chirurgo del Chelsea and Westminster Hospital di Londra, mette in chiaro l’importanza delle indicazioni del personale sanitario su cosa mangiare e cosa evitare prima e dopo un intervento.

Si tratta di suggerimenti da seguire alla lettera per non trovarsi nella situazione di dover posticipare l’intervento o di avere effetti collaterali non graditi. 

Del resto, la nostra salute passa anche da ciò che mangiamo e assumere determinati nutrienti può velocizzare il decorso post-operatorio, permettendo di tornare alle proprie attività quotidiane nel minor tempo possibile. 

I consigli del chirurgo oculoplastico su come prepararsi alla blefaroplastica

Prepararsi alla blefaroplastica sembra complesso? I consigli del chirurgo oculoplastico aiuteranno ad avere le idee più chiare in merito ai cibi da evitare e i cibi da preferire.

Quali cibi evitare prima di una blefaroplastica? Ecco una lista: 

  • alimenti che fluidificano il sangue: cibi come aglio, ginseng e zenzero dovrebbero essere  evitati a partire da una settimana prima dell’intervento poiché potrebbero favorire il sanguinamento.
  • Integratori alimentari: il medico consiglia di interrompere già 7 giorni prima dell’operazione l’assunzione di integratori alimentari presi per il benessere personale, per aiutare l’attività sportiva o per dimagrire. 
  • Chewing-gum: chi deve rimanere a digiuno spesso pensa che masticare una gomma sia ideale per non sentire la sensazione di fame. Sbagliato: lo stomaco produce più acidi e questo è deleterio prima di una operazione.
  • Cibi grassi e fritti: sono da evitare non solo nelle ore immediatamente precedenti l’operazione ma anche qualche giorno prima. Da preferire, invece, cibi più leggeri e digeribili.
  • Alcol: qui scatta il divieto assoluto. Niente alcol prima di un’operazione poiché potrebbe interferire con l’anestesia. 

Nelle due ore precedenti l’operazione si consiglia di evitare anche i liquidi come acqua, camomilla, tè, caffè, succo di frutta.

Cibi consigliati nel pre e nel post operatorio

Non solo divieti, ma anche consigli su quali alimenti preferire prima e dopo un intervento di blefaroplastica

Nei giorni immediatamente precedenti l’operazione è necessario seguire una dieta leggera ed equilibrata, preferendo le proteine vegetali a quelle animali. 

Subito dopo la fine dell’intervento sarà lo stesso oculoplastico a dare delle direttive su come gestire la fase del post operatorio. In questo caso è necessario prendere alcuni piccoli accorgimenti in modo tale da riuscire a rimettersi in forze e riprendere tutte le proprie attività nel giro di pochi giorni.

Ecco i consigli utili per l’alimentazione nel post blefaroplastica:

  • bere molta acqua: questo permette di idratare il corpo e facilitarne la ripresa.
  • Preferire i cibi antiossidanti: il loro compito è quello di ridurre l’infiammazione e lo stress ossidativo. Zucca, pomodori, peperoni, carote e tutti gli alimenti di colore rosso e arancio sono dei veri e propri toccasana, che fanno bene a vista e pelle.
  • Inserire nella dieta alimenti che aiutano a cicatrizzare: esistono dei cibi che favoriscono il processo di cicatrizzazione delle ferite. Tra questi ci sono, ad esempio, carne bianca, fagioli, latte e formaggi, uova. Si tratta di cibi che, essendo ricchi di proteine, aiutano la costruzione di tessuti nuovi e l’eliminazione di quelli vecchi. Anche frutta e verdura sono utili: le vitamine stimolano la formazione di collagene e la risposta del sistema immunitario.
  • Consumare curcuma: la curcumina, infatti, riduce lo stress cellulare e inibisce il segnale che fa scaturire i processi infiammatori.
  • Mangiare cibi che migliorano la circolazione: frutti rossi, uva, radicchio aiutano a rimettersi in sesto più in fretta e a evitare ematomi e gonfiore post-operatorio.

Da consumare anche alimenti fonte di acido folico e magnesio come cavoli, spinaci, broccoli, ma anche legumi e cereali integrali che permettono di integrare le fibre e i polifenoli.

Seguire questi piccoli consigli aiuta a stare meglio fin da subito e a recuperare le forze in pochissimo tempo, così da ritornare alla propria quotidianità godendosi un nuovo sguardo e una nuova giovinezza.

Non resta che fissare un appuntamento con noi per un consulto personalizzato.