Come leggere le etichette dei cosmetici? Ecco tutto quello che devi sapere!

etichette_dei_cosmetici

Spesso, quando decidiamo di comprare un  nuovo prodotto cosmetico proviamo prima a leggerne l’etichetta. La maggior parte delle volte, però, abbandoniamo l’impresa già alla prima riga: ciò che leggiamo è indecifrabile.

Eppure tutto quello che vogliamo sapere è proprio in quelle righe, che, anche se illeggibili, dobbiamo imparare a decifrare. Solo così avremo la certezza di comprare prodotti che fanno bene alla salute della nostra pelle.

Ecco tutto quello che dovete sapere sulla grammatica delle etichette dei cosmetici: imparandole e assimilandole, destreggiarsi al loro interno vi sembrerà un gioco da ragazzi.

Che cosa è l’Inci?

Nonostante le apparenze, basta davvero pochissimo per imparare le basi dell’Inci, ovvero quell’interminabile elenco che appare sulle etichette di ogni prodotto di cosmesi. L’International Nomenclature of Cosmetic Ingredients non è altro che l’elenco degli ingredienti che compongono i nostri prodotti di bellezza e make up.

Esso deve essere riportato sull’etichetta di ognuno di essi in modo da informare i consumatori riguardo le loro caratteristiche. Di solito inizia dalla parola water, per poi cominciare a citare nomenclature scritte in lingua apparentemente sconosciute.

In realtà leggere l’Inci è più semplice di quello che sembra.

Come leggere le etichette dei cosmetici: consigli utili

La prima cosa da sapere quando si affronta l’Inci di un prodotto è che le sostanze che esso riporta sono descritte in base alla loro percentuale di presenza, in ordine decrescente.

Inoltre, potrete imparare a distinguere gli elementi naturali da quelli sintetici individuando tutte le parole latine presenti sull’etichetta: queste corrisponderanno a tutto ciò che non è stato trattato chimicamente. I composti sintetici, invece, li troverete scritti in inglese: distinguere gli uni dagli altri sarà semplicissimo.

A questo punto, possiamo già sfatare il falso mito riguardo la cattiva fama dei prodotti cosmetici a base chimica: non tutto quello che è sintetico deve per forza fare male.

Infatti esistono prodotti sintetici considerati “verdi” e ritenuti grandi amici della pelle. Pensate invece che i prodotti da cui bisogna stare assolutamente lontani sono i petrolati, la paraffina e la glicerina, tutti elementi che l’Inci riporta in latino, perché di derivazione naturale!

Lo stesso vale per l’acqua, il primo ingrediente che compone ogni prodotto di bellezza. Dove c’è acqua, c’è vita, quindi batteri.

Un buon prodotto di cosmesi dovrà per forza contenere al suo interno conservanti, che non vanno demonizzati: la loro funzione non è altro che proteggere la vostra pelle.

Inoltre, ricordate che anche i cosmetici hanno una loro scadenza: controllate sempre che siano ancora utilizzabili quando li comprate!

Utilizzare prodotti che salvaguardano l’ambiente è certamente molto importante ma lo è altrettanto proteggere la nostra pelle: non importa se le componenti di un buon prodotto siano per la maggioranza chimiche, quello che conta è che non siano dannose per la nostra salute.

La redazione