Effetto occhi a palla? Probabilmente è una retrazione palpebrale. Vi spieghiamo come risolverla!

occhi-a-palla

I cosiddetti occhi a palla sono quegli occhi caratterizzati da una prominente forma tondeggiante, spesso amplificata dalla troppa esposizione della porzione bianca dell’occhio, la sclera.

Essi possono essere la diretta conseguenza di una vera e propria patologia: la retrazione palpebrale.

Inutile dire quanto questa situazione provochi disagio e imbarazzo a chi ne soffre, perché conferisce un aspetto “spaventato” che non corrisponde mai al proprio vero stato d’animo.

Esistono varie tecniche in grado di camuffare questa patologia, cominciando da una make up routine studiata ad hoc, per i casi più lievi, fino a un vero e proprio intervento oculoplastico di correzione, in grado di risolvere la situazione una volta per tutte.

Come truccare gli occhi a palla

Certamente il make up può provvisoriamente nascondere il difetto degli occhi a palla.

Grazie al trucco è possibile aggiustare la forma dell’occhio, allungandola, sfumando le palpebre con uno smokey scuro e disegnando una riga con la matita nera. L’aggiunta di qualche punto luce strategico completerà l’opera, rilassando così il vostro sguardo e mascherando quell’inestetico effetto “spaventato”.

Ecco la make up routine da seguire:

  • Primer occhi: stendetene una base sulla palpebra mobile superiore. Dopodiché applicate un marrone opaco sulla piega dell’occhio. In questo modo rimpicciolirete l’occhio, creando le basi per un’azione intensificante.
  • Eyeliner: mediante una matita nera o eyeliner, disegnate una linea a partire da metà occhio verso l’esterno, cercando di far concludere il tratto verso l’alto. In questo modo otterrete un effetto allungato che, aggiunto all’effetto di “rimpicciolimento” offerto dal primer, camufferà ancora di più l’effetto “occhi a palla”.
  • Punto luce: infine applicate un ombretto chiaro su tutta la palpebra, sfumandolo con un pennello. Sarà il vostro punto luce, necessario al completamento dell’opera.

Seguendo questi semplici step, se l’inestetismo è appena accennato e non troppo grave, sarete in grado di conferire al vostro sguardo una nuova vita!

Se invece, il make up non dà gli effetti desiderati, significa che la gravità della situazione non permette ai cosmetici di poter dare un aiuto rilevante.

È in questi casi che entra in scena l’oculoplastica, con il suo specifico intervento di correzione della retrazione palpebrale.

Come correggere gli occhi a palla grazie all’oculoplastica

L’intervento specifico di correzione della retrazione palpebrale corregge una volta per tutte il problema degli occhi a palla.

In che modo? Riducendo l’ampiezza della fessura palpebrale e donando allo sguardo un aspetto finalmente rilassato e meno spalancato.

Esistono due vie, sviluppate dall’oculoplastica, in grado di risolvere il problema.

Queste dipendono dai casi specifici dei pazienti, ognuno con la sua gravità.

La prima strada è quella della medicina estetica: il medico specializzato rimodellerà la forma dei vostri occhi tondeggianti mediante un trattamento a base di iniezioni con botox.

La seconda, invece, è quella della chirurgia: soprattutto nei casi più gravi, l’oculoplastico interverrà mediante un intervento di correzione chirurgica, che, se intrapresa per via transcongiuntivale, oltre a migliorare la chiusura della palpebra, sarà in grado di non lasciare neanche una cicatrice esterna visibile.

Entrambe le tecniche, il trattamento come l’intervento, avranno comunque il medesimo obiettivo: addolcire la rotondità degli occhi.

Rivolgendovi all’oculoplastica, questo fastidioso inestetismo, estetico e funzionale, verrà risolto in maniera definitiva.

Per ulteriori informazioni, vi invitiamo a visitare la sezione dedicata del sito o a rivolgervi direttamente a noi.

La redazione