Allergia e cosmesi

allergia e cosmesi

I cosmetici, che vengono usati ogni giorno, contengono sostanze che possono dare reazioni allergiche in persone sensibili ad esse. Ma di che cosa si tratta? Da cosa sono causate le allergie e come comportarsi? E ancora, la medicina estetica è a rischio allergia? Rispondiamo a tutte queste domande, qui di seguito.

Che differenza c’è tra allergia e irritazione?

L’allergia è innescata da un meccanismo di tipo immunitario, cioè di difesa. In pratica, quando la persona entra in contatto con la sostanza alla quale è allergica (detta allergene) l’organismo riconosce quest’ultima come estranea e, quindi, innesca un processo di difesa.

L’irritazione, invece, non coinvolge il sistema immunitario. Il danno sulla pelle avviene semplicemente attraverso il contatto diretto con la sostanza. Quindi, nella zona interessata e solo lì, si scatena la reazione. La pelle è arrossata, di colore anche intenso e la persona avverte un forte prurito nel punto di contatto.

Da cosa sono causate le allergie ai cosmetici?

I cosmetici possono contenere diverse sostanze allergeniche:

  • la prima è il nichel (a cui è allergico il 20% degli italiani), presente in mascara, ombretti ed eyeliner;
  • i conservanti (tra i quali kathon e parabeni)
  • i profumi (come balsamo del Perù)
  • la lanolina, che è uno dei principali componenti delle creme per viso e corpo.

Per capire a quale sostanza si è allergici, ci si sottopone a un esame, il patch-test, che prevede il contatto con le sostanze sospettate di creare l’allergia per 48-72 ore.

I trattamenti di medicina estetica possono causare allergie?

Le sostanze che vengono iniettate con i filler e che vengono impiegate per i trattamenti di medicina estetica non contengono conservanti né nessuna delle principali sostanze allergeniche. La grandissima rivoluzione nel campo della medicina estetica rappresentata dal lipofilling (https://oculoplastica.it/grasso-migliore-amico-lipofilling-uno-sguardo-sempre-fresco/), poi, sta eliminando la possibilità di reazioni allergiche. Con la tecnica dell’autotrapianto di grasso, infatti, sono le cellule del corpo del paziente ad essere impiegate per combattere l’invecchiamento del viso. Nessuna allergia è quindi possibile.

Come truccarsi quando si è allergici?

  1. Una volta chiarita la sostanza alla quale si è allergici, è possibile continuare a usare i cosmetici con alcune precauzioni:
  2. Usare cosmetici ad hoc: fard, fondotinta o mascara privi di nichel, sostanze chimiche, conservanti, profumi e coloranti.
  3. Se si usa un trucco nuovo, meglio testarlo sull’interno di gomito o polso: se lì la pelle si arrossa, meglio evitare.
  4. Creare una base su cui applicare il make up: una crema con sostanze riequilibranti, come ceramidi o acqua termale, con filtro solare che protegga dai raggi Uv.
  5. Non cambiare sempre prodotto: non è un metodo per prevenire l’allergia e allo stesso tempo il nuovo cosmetico rischia di provocare allergie.
  6. Struccare sempre il viso alla sera (https://oculoplastica.it/cura-viso-sera/): latte e tonico neutri e non aggressivi, da usare sempre.

    Redazione